Consulenza Finanziaria Indipendente - Pianificando
Skip Navigation Links
Home
Chi sono
La consulenza pura
Investimenti
Prodotti peggiori
Prodotti migliori
Classifiche 2017
Cultura finanziaria
Contatti
Dove sono
Download
Link
Skip Navigation Links
 Skip Navigation Links        

Dieci anni di previdenza complementare
 


Sono passati 10 anni dall’entrata in vigore della legge 252/2005 in cui scattava il semestre di silenzio assenso che ha coinvolto 12 milioni di italiani nella scelta della destinazione del proprio TFR.
Pochi aderirono alla previdenza complementare ma a distanza di 10 anni, quale scelta è stata la più conveniente?


 
Era il 2007, l'anno di fondazione di questo sito, che volli inaugurare proprio con diversi articoli sulla previdenza complementare. In quell'anno l’80% dei lavoratori decise di non aderire ai fondi pensione.

Ma, a conti fatti, fu una scelta sbagliata.

Infatti dopo 10 anni, i fondi pensione si sono rivelati più convenienti del TFR in azienda rivalutando in media il capitale del 25% in più rispetto alla cosiddetta liquidazione. Chi ha mantenuto il Tfr in azienda oggi ha un capitale inferiore rispetto a chi ha aderito ai fondi pensione. In particolare i fondi di categoria sono quelli che hanno mostrato la maggiore capacità di rivalutazione sul Tfr.

Ma se i fondi pensione sono così convenienti, allora perché la maggioranza ha preferito lasciare il Tfr in azienda?

La spiegazione viene dalla finanza comportamentale, dove lo status quo bias, secondo cui è peggio pentirsi per aver fatto qualcosa che per non averlo fatto, consiste appunto nella decisione di non effettuare cambiamenti nella propria situazione finanziaria per la paura di pentirsi di aver fatto qualcosa piuttosto che rammaricarsi un domani di NON aver fatto qualcosa.

In altre parole i lavoratori anche grazie all'analfabetismo finanziario non solo non hanno una visione a lungo termine ma prendono le decisioni meno convenienti per le proprie tasche.

Ad oggi non c’è ancora una cultura finanziaria che spinga i giovani a interessarsi della propria pensione. e che possa spingere chi ha meno di 30 anni a sottoscrivere un prodotto di previdenza integrativa.

Gli anni passano, ne sono già passati dieci, e per chi ha preferito scegliere di non cambiare le cose, ora la pensione sarà un bel po' più magra.
 


Articoli correlati

Il problema previdenziale

TFR: una scelta importante

FondInps e Fondo Tesoreria: vediamo le differenze

Il termine tecnico che indica la tassazione dei fondi pensione è ETT. Vediamo cosa significa

TFR: è ora di decidere

Fondi pensione o accumulo di capitale?

Un Pac in Etf per costruirsi una pensione integrativa

Dieci anni di previdenza complementare

 
mercoledì 23 agosto

Calcola il tuo profilo di rischio
Calcolatori Finanziari


Copyrights 2017 © PIANIFICANDO - Disclaimer  Privacy  Licenza Creative Commons - P. IVA 03490390717