Consulenza Finanziaria Indipendente - Pianificando
Skip Navigation Links
Home
Chi sono
La consulenza pura
Investimenti
Prodotti peggiori
Prodotti migliori
Classifiche 2017
Cultura finanziaria
Contatti
Dove sono
Download
Link
Skip Navigation LinksHome > Investimenti > Come investire in oro
 Skip Navigation Links        

COME INVESTIRE IN ORO


PERCHE' ACQUISTARE ORO

- Protegge dai periodi di forte inflazione. i contanti si inflazionano, l'oro no. Nel corso degli anni chi ha investito in oro ha sempre aumentato la propria ricchezza!

- In periodi di crisi come questo l’oro, essendo una materia prima, garantisce una copertura contro il rischio default.

- La domanda di oro è in costante aumento Alta liquidità: è un bene liquido e molto facile da rivendere.

- Essendo una materia prima è scorrelato all'andamento dei mercati e quindi introdotto correttamente in un portafoglio finanziario, ne contribuisce a ridurre il rischio complessivo.

QUANTO COSTA ACQUISTARE ORO

Acquistare oro fisico vuol dire pagare un premio sopra il prezzo di mercato: da un massimo del 35% per 1/20 di oncia (peso di una moneta di Gold Maple Leaf) a un minimo di 0,4% per un lingotto di 400 once. In generale, il premio varia tra il 2% e il 5% per i lingotti, ma è superiore per le monete a causa dei costi di fabbricazione.

I premi sulle monete da collezione possono essere illimitati e dipendono dalla loro rarità, dalla condizione e dal profitto che desidera il venditore.

COME SI CONSEGNA L'ORO

Le consegne di oro devono essere assicurate. Il costo varia in base al valore, al peso e alla destinazione. La spedizione di un lingotto da un’oncia da New York alla California costa intorno ai 40$. Se la spedizione vale più di 100.000 dollari, sarà richiesto un camion blindato e l’oro sarà consegnato solo in un caveau di una banca. La consegna costa almeno 1.000 dollari.

DOVE CONSERVARE L'ORO

- in un caveau. Generalmente il costo va dallo 0,5% all’1% annuo del valore complessivo dell’oro da contenere. Le spese di magazzino sono comprensive di assicurazione, nel caso in cui l’oro sia rubato o perso.

- in una cassetta di sicurezza che potrebbe non essere assicurata poiché è considerata separata dal conto bancario. Se la banca fallisce, il tempo per prelevare l'oro dalla cassetta potrebbe essere lungo. Le cassette di sicurezza variano in termini di costi e dimensioni, ma a volte possono essere anche gratuiti se associati a speciali conti bancari.

- in casa ma a tale scopo è consigliata una cassaforte resistente al fuoco o da incastonare al pavimento e con tecnologia di riconoscimento elettronico. La maggior parte delle polizze assicurative per la casa non coprono la detenzione di più di mille dollari di oro. A differenza delle gioiellerie, l’oro è considerato una valuta dagli assicuratori a causa della sua fungibilità poiché se rubato, può essere subito fuso e venduto.

COME VENDERE L'ORO

Per vendere il vostro oro è necessario prima farlo valutare. La valutazione dipende dalla quantità e dal tipo di oro.

TASSAZIONE IVA

L’acquisto di oro da investimento è esente da IVA
L'oro che non è da investimento è soggetto all'IVA del 21%
Le monete d’oro da collezione sono soggette all'IVA del 10%

N.B.

E’ oro da investimento:

1. l’oro in lingotti di purezza pari o superiore a 995 millesimi;
2. le monete d’oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, che hanno o hanno avuto corso legale nel Paese d’origine, vendute a un prezzo che non supera dell’80% il valore dell’oro in esse contenuto, incluse in un elenco annualmente predisposto dalla UE

IL TRATTAMENTO DICHIARATIVO

Eventuali cessioni di oro da investimento superiori ai 12.500 euro devono essere dichiarate dal venditore all’UIF di Banca d’Italia; L’obbligo di dichiarazione riguarda:

- le cessioni dall’estero e verso l’estero;
- le cessioni nel territorio nazionale;
- le operazioni in oro a titolo gratuito (trust, donazioni, successioni);
- le cessioni di oro “estero su estero”.

In caso di cessione dell’oro ad un operatore professionale l’obbligo di dichiarazione grava su quest’ultimo. In casi di acquisto di oro all’estero l’obbligo di dichiarazione grava sull’acquirente italiano. Il termine della dichiarazione è la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto luogo la cessione. L’omissione della dichiarazione è punita con una sanzione dal 10 al 40% del valore negoziato. Nei casi di operazioni di trasferimento al seguito verso l’estero la dichiarazione deve essere effettuata e trasmessa all’Ufficio prima del trasferimento stesso. Copia della dichiarazione e del documento che ne attesta l’avvenuta trasmissione all’Ufficio devono accompagnare l’oro.

TASSAZIONE PLUSVALENZE SULL’ORO DA INVESTIMENTO PER GLI INVESTITORI PRIVATI RESIDENTI IN ITALIA

- Le plusvalenze derivanti dalla vendita di metalli preziosi allo stato grezzo o monetato sono qualificate redditi diversi e sono tassate in egual maniera per tutti i metalli preziosi al 26%. La plusvalenza tassabile è data dalla differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita. In mancanza della documentazione di acquisto, le plusvalenze vengono determinate in misura pari al 25 per cento del prezzo di vendita. Non si tratta di una facoltà ma di un obbligo pertanto non è possibile scegliere l’opzione più conveniente qualora si sia effettivamente in possesso della documentazione d’acquisto.

- Le cessioni di prodotti di oreficeria o goielleria effettuate da privati nei confronti dei compro-oro non sono soggette a tassazione.

- Per i privati che vendono i gettoni d’oro vinti nelle trasmissioni televisive non si appplica nessuna tassazione in quanto l’importo corrisposto sarà già stato decurtato delle tasse.

- Anche nel caso di acquisto di Oro per il tramite di strumenti finanziari sulle plusvalenze si pagherà un’imposta del 26%.

ESEMPI

Poniamo che abbiate acquistato un lingotto d’oro e che abbiate conservato la ricevuta:

corrispettivo di cessione: euro 50.000
costo d’acquisto (documentato): euro 42.000
plusvalenza tassabile: euro 8.000
imposta dovuta (26% di 8.000): euro 2.080

Potrebbe anche essere che abbiate ereditato il lingotto e che quindi non possediate nessuno scontrino, in questo caso la determinazione è forfettaria:

corrispettivo di cessione: euro 50.000
plusvalenza tassabile: euro 12.500 (25% del corrispettivo di vendita).
mposta dovuta (26% di 12.500): euro 3.250.

ALTERNATIVE ALL'ORO FISICO

Ci sono alternative più economiche all’oro fisico come per esempio i fondi negoziati in borsa. Per esempio il fondo LYXOR ETN GOLD detiene lingotti nei caveau per gli investitori a un costo dello 0,3% annuo del patrimonio e ha un sistema di brokeraggio elettronico che consente agli investitori di scambiare oro vicino al prezzo spot, mantenendo il valore dell'oro in conti separati.

venerdì 28 aprile

Calcola il tuo profilo di rischio
Calcolatori Finanziari


Copyrights 2017 © PIANIFICANDO - Disclaimer  Privacy  Licenza Creative Commons - P. IVA 03490390717