Consulenza Finanziaria Indipendente - Pianificando
Skip Navigation Links
Home
Chi sono
La consulenza pura
Investimenti
Prodotti peggiori
Prodotti migliori
Classifiche 2017
Cultura finanziaria
Contatti
Dove sono
Download
Link
Skip Navigation LinksHome > Investimenti > Investire in bitcoin
 Skip Navigation Links        

COME INVESTIRE IN BITCOIN


Le valutazioni alle stelle e le storie di persone milionarie con le criptovalute stanno spingendo molti a considerare un investimento in bitcoin; chi ha investito mille euro in bitcoin nel 2013, oggi è milionario!

Lo scopo di questo articolo è di dare un'indicazione a coloro che pensano di investire una parte dei propri soldi in bitcoin pensando di fare una cosa simile all'investimento in strumenti finanziari. Ma investire in bitcoin non è come fare un investimento tradizionale perchè si tratta di un bene molto volatile da non acquistare senza prima averne compreso i rischi.

COSA SONO I BITCOIN
Il bitcoin (BTC), con l’iniziale minuscola, diverso da Bitcoin che invece è la tecnologia nel suo complesso, è una valuta digitale creata da un anonimo sviluppatore di software, con lo pseudonimo Satoshi Nakamoto. Tuttavia più che ad una valuta, il bitcoin è più assimilabile all'oro in quanto, esattamente come l'oro:

- l’offerta e la diffusione sono decentrate
- i bitcoin sono in numero finito: ne potranno essere coniati solo 21 milioni
- non si possono duplicare

Per stabilire il valore della criptomoneta si fa un confronto con la valuta statunitense pertanto il bitcoin è collocabile nel sistema valutario mondiale come una qualsiasi altra moneta.

Ad oggi, ottobre 2017, 1 bitcoin vale circa 6.000 dollari.

QUALE FUTURO PER I BITCOIN?
Il fatto che i bitcoin siano riusciti ad incrementare il proprio valore negli ultimi cinque anni non è garanzia che questo trend continuerà ancora. Ci sono argomenti sensati che possono far presupporre che fra altri cinque anni il bitcoin sia ancora vivo e vegeto ma ci sono anche argomenti che depongono a sfavore.
Entriamo nel dettaglio.

I VANTAGGI DEI BITCOIN

Scarsità
I bitcoin sono scarsi. Potranno essere coniati solo 21 milioni di bitcoin, e col passare del tempo, l'algoritmo di creazione diventerà sempre più difficile da manipolare e sarà sempre più difficile coniarne dei nuovi.

Costi
Tra acquirente e venditore, non c’è nessun intermediario e quindi possono essere utilizzati per fare trasferimenti di denaro in tutto il mondo, con spese di gestione trascurabili.

Politica monetaria
l’intero sistema bancario del Bitcoin è costituito da una rete globale Non ci sono banche centrali che la regolano dunque nessuna banca può bloccare un pagamento o chiudervi il conto. Il Bitcoin ha una sana e prevedibile politica monetaria che può essere verificata da chiunque: https://blockchain.info/

Sicurezza
Ogni transazione avviene solo se l’intero network l’ha registrata, e quindi imbrogliare diventa impossibile.

Anonimato
Tutte le transazioni in bitcoin sono anonime

I PROBLEMI DEI BITCOIN

Attacchi hacker
I portafogli virtuali dei bitcoin (wallet) possono essere hackerati

Speculazioni
Ci sono grosse speculazione da parte di investitori privati

Scalabilità
il protocollo Bitcoin, pur essendo un colpo di genio dal punto di vista tecnico, presenta delle limitazioni. Infatti, ad oggi, in media, le transazioni che si fanno con questa moneta digitale sono di 116 mila all’ora. Quelle di un servizio come Paypal è nell'ordine dei milioni di transazioni al giorno. Le carte di credito fanno centinaia di milioni di transazioni al giorno. La scalabilità del protocollo Bitcoin è un problema tecnico sul quale c'è ancora molto dibattito. Non c'è dubbio che questo protocollo non sarebbe in grado di reggere centinaia di milioni di transazioni al giorno ma le soluzioni tecniche esistono.

Affidabilità tecnologica della rete
Finora il sistema ha dimostrato di essere solido ma solo il sospetto di un problema nel suo funzionamento porterebbe annullare il valore della valuta all’istante.

Regolamentazione
Nel caso in cui l'utilizzo dei bitcoin diventasse molto rilevante in termini macroeconomici le banche centrali potrebbero rendere le criptovalute illegali, in virtù della loro irrintracciabilità.

COME INVESTIRE SUI BITCOIN
Chiarito che cosa siano i bitcoin, vediamo ora come investire nei bitcoin.

1.Mediante un broker
Sempre più Forex broker offrono la possibilità di scambiare bitcoin. La procedura è la seguente:

1. Aprire un conto di trading online
2. Depositare il denaro che si vuole investire in bitcoin
3. Investire al rialzo o al ribasso
4. Aspettare che il valore del bitcoin salga, o scenda, in modo da incassare i profitti

L'investimento fatto in questa maniera non differisce da quello che si fa sull'oro o sul petrolio. Questa è la soluzione più semplice, ma ci sono tre fattori da considerare attentamente:

- i broker addebitano una piccola tariffa giornaliera su ogni trade overnight, cioè per ogni trade che viene mantenuto aperto durante la notte, viene applicata ogni giorno una tariffa di almeno lo 0,03% del vostro investimento.

- nel caso in cui il broker vada in bancarotta il vostro investimento potrebbe andare in fumo!

- utilizzando un Forex broker entra in gioco la leva finanziaria. Per esempio, sfruttando una leva 1:100, investendo €100, avremmo a disposizione €10.000 e sarà tale cifra che useremo per investire. Come potete capire, la leva amplifica sia i guadagni, sia le perdite e deve essere usata con moltissima cautela.

I migliori Broker per fare trading di criptovalute sono:

Markets.com
24Option
FXpro.it
IG MARKETS
eToro
IQ Option

Tutti questi broker offrono:

- la possibilità di aprire un conto di trading reale con un deposito iniziale di 10€
- la possibilità di utilizzare un conto demo gratuito per provare la piattaforma
- sono tutti broker regolamentati ed autorizzati
- nessun problema di liquidità
- sicurezza: offrono piattaforme di trading sicure e stabili
- costi ridotti
- semplicità: creare un account richiede pochi minuti

Investire mediante un Forex broker è un’opportunità interessante per i piccoli investitori, in quanto è facile aprire un conto e si può investire anche una piccola cifra, solitamente a partire da 100 dollari.

2. Acquistare azioni di aziende che investono con i Bitcoin
Il Bitcoin Investment Trust, è un fondo che consente di investire in bitcoin. Il Trust utilizza il denaro per acquistare e vendere BTC con l'obiettivo di generare profitto per gli investitori. Il lato negativo di questa scelta è che, in realtà, non si possiedono Bitcoin, bensì quote azionarie. Se dovesse accadere qualche cosa alla società si rischia di compromettere l'investimento.

3. Acquisto Diretto
Il modo più economico per investire nella criptovaluta è attraverso l’acquisto diretto nella speranza di poterla un giorno rivendere e fare profitti. Per quanto riguarda l’acquisto diretto, si hanno due possibilità.

1. Mediante un BTM
Se sei fortunato, nella tua zona potrebbe esserci un BTM un Bancomat speciale che consente di acquistare bitcoin di persona. Visita Bitcoinatmmap.com per controllare se esistono BTM vicini a te.

2. Utilizzando una banca online
Il modo più veloce per acquistare bitcoin è registrarsi in un exchange e aprire un portafoglio. Il portafoglio è un conto corrente digitale che permette di acquistare, conservare e vendere BTC in modo semplice. Tuttavia, contrariamente ai normali conti corrente, creare un portafoglio Bitcoin richiede pochi secondi. Gli exchange più affidabili dove aprire il proprio portafoglio, sono Coinbase.com e Blockchain.info

Una volta aperto un portafoglio, occorre collegare il proprio conto corrente al portafoglio fornendo le coordinate bancarie di uno dei tuoi conti correnti, come faresti per creare un account PayPal o un altro servizio di pagamento online. Una volta che le coordinate bancarie che hai fornito sono state verificate dal servizio Bitcoin, puoi comprare BTC e aggiungerli al tuo portafoglio.

L'aspetto negativo di questo metodo è che avendo il possesso legale dell’asset, avete anche la responsabilità di conservarlo.
Infatti se avete il codice scritto su carta, è come avere denaro contante. Se lo conservate via email, sarà vulnerabile all’hackeraggio e se lo tenete da parte in un hard disk esterno (o chiavetta USB) scollegato da internet anche in questo caso c’è ancora il rischio del furto o del danno fisico. Un'alternativa è realizzare un “paper wallet” cioè un documento che ha una chiave riportata su di esso che permette di incassare bitcoin ed aggiungerli al proprio portafogli.

Uno dei siti migliori per creare in pochi secondi un paper wallet è: https://www.bitaddress.org/

4. Mediante fondi passivi Etf
Acquistare titoli in un fondo che possieda criptovalute. Il fattore principale che la rende una cattiva idea, è che per via della forte richiesta, i titoli di questi fondi tendono ad essere scambiati a prezzi fortemente maggiorati rispetto al valore sottostante. Ad esempio, un fondo che possiede bitcoin per 100 milioni di Dollari potrebbe scambiare 1 milione di azioni a 150$ l’una cioè, acquistando una di queste azioni, pagherete il 50% in più del loro valore reale, e se il mercato dovesse improvvisamente scendere, vi ritrovereste rapidamente con il 33% in meno del vostro investimento.

ACCORTEZZE E CONSIGLI FINALI PRIMA DI INVESTIRE

USARE UNA STRATEGIA DI ACQUISTO
Investire in bitcoin è un’operazione molto rischiosa. Il prezzo dei bitcoin cambia di giorno in giorno, e spesso anche significativamente quindi è facile entrare nel mercato in un momento di ribasso. Per attutire questo effetto si può investire con un programma di acquisto periodico dedicando di volta in volta solo una piccola parte del vostro patrimonio/stipendio mensile all'acquisto della valuta virtuale; si tratta di un ottimo modo per accumulare grandi quantità di bitcoin nel tempo, senza spendere soldi in un'unica soluzione e senza rischiare tutto in una volta. Molti exchange come Coinbase offrono la possibilità di stabilire prelievi regolari per l'acquisto di bitcoin. Basta specificare la cifra da investire e la somma verrà prelevata dal conto a intervalli regolari e utilizzata per comprare bitcoin.

NON INVESTIRE MAI DENARO CHE NON PUOI PERMETTERTI DI PERDERE
Questo è un consiglio che mi sento di dare praticamente per TUTTI gli investimenti, anche quelli che spesso riteniamo più sicuri. A maggior ragione per i bitcoin, che potrebbero crollare in un batter d'occhio. Considera i soldi che hai utilizzato per acquistare i bitcoin come denaro con cui "giocare"; se ottieni un profitto, bene, altrimenti pazienza, non finirai sul lastrico.

FATTI AIUTARE DA UN CONSULENTE
In questo campo è particolarmente difficile trovare degli esperti perché per poter parlare con cognizione di causa delle criptovalute è necessario avere competenze multidisciplinari che pochissimi al mondo possiedono. Comprendere il fenomeno dei bitcoin significa avere conoscenze approfondite di criptografia, networking, teoria monetaria e teoria dei giochi. Tuttavia un consulente potrebbere decidere la strategia finanziaria migliore per avere comunque questo asset in portafoglio senza rimetterci le penne.

CONCLUSIONI
I bitcoin non sono un asset finanziario tradizionale. ma se riusciranno ad esprimere tutto il loro potenziale c'è possibilità di guadagnare davvero tanti soldi.

Probabilmente l’acquisto diretto è la soluzione migliore, sebbene anche il trading attraverso fondi regolamentati può essere una buona scelta.

In conclusione, se l'idea è di impiegare una parte dei propri soldi in bitcoin con l'idea di ricavarne un guadagno pensando di fare una cosa simile all'investimento in strumenti finanziari, il nostro consiglio è di lasciar perdere. Se invece l'idea è quella di fare una scommessa con una cifra che si è disposti a perdere completamente su una cosa che fra cinque anni potrebbe valere dieci volte tanto, allora ha senso approfondire i rischi e le opportunità di questa nuova tecnologia.

giovedì 23 novembre

Calcola il tuo profilo di rischio
Calcolatori Finanziari


Copyrights 2017 © PIANIFICANDO - Disclaimer  Privacy  Licenza Creative Commons - P. IVA 03490390717